Sviluppatore web, freelancer, blogger e pensatore nonconformista a Milano

Chi sono

Nonostante il mio blog si avvicini più a qualcosa come un blocco note personale – motivo per cui si trovano soprattutto temi che interessano gli “addetti ai lavori” – non di rado qualche cliente, o potenziale cliente, approda qui per sapere qualcosa in più di me come persona. È giusto così ed è infatti per questo motivo che esiste la pagina che state leggendo.

Sono nato nel 1969 a Berlino Est e là sono anche cresciuto. La possibilità di vivere al tempo della caduta del muro e dell’unificazione delle due Germanie la vedo come un’esperienza importante della mia vita, un arricchimento personale inscindibile dalla mia persona.

Lavoro nel settore IT dal 1994, da quando ho concluso gli studi e ho cominciato a insegnare C/C++ a studenti delle superiori e universitari. Al periodo che va dal 1997 al 2000 risale anche una breve e intensa esperienza come fondatore di una  società.

Nel settembre 2000 ho conosciuto l’azienda Bedhunter GmbH che è diventata poi la ehotel AG (una Spa). Qui ho lavorato fino a settembre 2005 ricoprendo il ruolo di CTO e programmatore e sperimentando in prima persona alcuni aspetti della New Economy che hanno influenzato il mio sviluppo personale.

Nell’ottobre 2005 mi sono trasferito in Italia, nelle vicinanze di Milano. Due anni prima a Berlino avevo conosciuto la mia futura moglie e sapevo da subito che avrebbe preferito vivere nel suo Paese. Così ho preso una decisione di cui fino ad oggi non rimpiango nulla.

Ovviamente non sono arrivato in Italia senza la certezza di avere un contratto di lavoro. Avevo cominciato qualche tempo prima a contattare diverse aziende italiane. Alla fine ho accettato un’offerta della LAD srl a Milano dove ho lavorato come programmatore fino all’estate del 2008.

Da allora lavoro come freelancer nel Bel Paese. Mi occupo dello sviluppo di soluzioni per i siti web dei miei clienti, sia tedeschi che italiani. Inoltre sono attivo come consulente nel campo dell’ottimizzazione e delle decisioni riguardanti l’automatizzazione dei processi.

Un computer per me non è altro che uno strumento. Ciò che rende lo sviluppo del software così interessante ai miei occhi è la possibilità di esprimersi attraverso un linguaggio di programmazione. Forse per questo motivo trovo fastidiose tutte le cose che rendono la mia attività più vicina a quella di un lavoro meccanico e che non lasciano spazio alla creatività.

Negli anni ho imparato ad apprezzare C/C++, Perl, PHP e Python. Con Cobol, Basic e Assembler posso definirmi fuori allenamento, un fatto che non mi preoccupa particolarmente se si pensa a quanto queste lingue di programmazione vengano utilizzate ancora nel mio campo. Per il momento PHP è molto probabilmente la lingua che uso più spesso.

Per il lavoro nell’ambiente internet sto usando ovviamente HTML, XHTML e XML/XSL. Anche JavaScript negli anni è diventato sempre più importante ed è un linguaggio che uso regolarmente. Allo stesso modo, Framework (come prototype e jQuery) e API (come il Google Search API) mi fanno sempre compagnia e me ne servo per la programmazione delle applicazioni più attuali (per esempio con AJAX/HIJAX).

Ho un’ottima padronanza dei dialetti diversi di SQL dei database come Oracle 8i, 10 g (+ PL/SQL), MySQL e PostgreSQL. Riguardo ai sistemi operativi la mia posizione è sostanzialmente neutrale. Se si usa Linux, Windows, Solaris o FreeBSD per me è di fatto indifferente.

Come referenze ho sempre estrapolato dalla massa dei miei progetti la Bowling-Liga, il backend di Trustpromotion o Il Grande Giorno, che è stato il mio primo progetto in Italia. Ma tutti e tre hanno già qualche anno di vita e non rispecchiano esattamente gli aspetti principali della mia attuale attività.

Un nuovo progetto è per esempio Urlaub und Reisen im NETz (per il mercato tedesco) per il quale uso WordPress come CMS e ho sviluppato anche Plugin individuali, in modo da elaborare i contenuti dei più svariati fornitori e provider nell’ambiente delle prenotazioni alberghiere.

Se vi siete accorti di me proprio adesso e avete già un’idea per un nuovo progetto da sviluppare, oppure se avete idee urgenti da concretizzare, non esitate a contattarmi per valutare insieme una possibilità di collaborazione.